Il valore aggiunto

in

 

EC1Il valore aggiunto generato dal Gruppo ha segnato nel triennio 2009-2011 un incremento del 25,0% con riferimento alle attività continuative.

Se si considera anche il valore aggiunto delle attività operative cessate, la variazione 2010-2011 è del 2,4%, mentre il confronto con il 2009 è influenzato dal consistente impatto positivo derivante dall’operazione straordinaria di cessione del Gruppo brasiliano Terna Participações perfezionatasi nel medesimo esercizio.

Nel corso del triennio 2009-2011, rimane sostanzialmente stabile l’incidenza della remunerazione del personale (mediamente pari al 25%) e del capitale di credito (mediamente pari al 14%) rispetto al valore aggiunto globale netto.

Con riferimento alle imposte dirette e indirette, la “manovra correttiva bis”, approvata con Decreto Legge n. 138 del 13 agosto 2011 (c.d. Robin Hood Tax), ha determinato l’incremento dell’incidenza fiscale, mediamente pari al 25%, rispetto al valore aggiunto globale netto (+13,8% rispetto al dato del 2009). Senza tener conto di tale fenomeno, che ha comportato la rilevazione di maggiori imposte per 153,8 milioni di euro, l’incidenza delle imposte dirette e indirette sul valore aggiunto globale netto, sarebbe rimasta sostanzialmente costante (+1% circa).

La remunerazione del capitale di rischio, rapportata al valore aggiunto globale netto totale, registra una crescita (+4,6%) rispetto al 2009.

Nel triennio gli accantonamenti a riserva risultano in flessione (da circa il 29% a circa l’1%), considerato l’impatto fortemente negativo sul risultato 2011 della c.d. Robin Hood Tax e la politica dei dividendi adottata dalla Capogruppo prevista nel Piano Strategico 2010-2014 che era stata definita in considerazione anche dell’operazione straordinaria di cessione delle società brasiliane che ha caratterizzato il risultato del 2009.

Gruppo Terna – Rendiconto a valore aggiunto (1)

Valori in euro Esercizio
2011 
Esercizio
2010 
Esercizio
2009 
(A) Valore della produzione      
1. Ricavi delle vendite e prestazioni 1.591.278.319 1.533.102.227 1.346.812.023
4. Altri ricavi e proventi 44.323.144 56.077.819 43.379.376
Ricavi della produzione tipica 1.635.601.463 1.589.180.046 1.390.191.399
5. Ricavi per produzione atipiche (Lavori in economia) 100.980.008 91.972.485 77.407.493
Valore globale della produzione 1.736.581.471 1.681.152.531 1.467.598.892
(B) Costi della produzione      
6. Consumi di materie prime 33.699.422 38.433.650 31.236.973
7. Costi per servizi 156.814.420 157.561.339 135.829.303
8. Costi per godimento beni di terzi 12.536.915 12.050.835 13.893.976
9. Accantonamenti per rischi 6.577.183 2.009.949 3.620.822
11. Oneri diversi di gestione 10.367.402 12.824.885 26.422.832
Totale costi intermedi della produzione                   219.995.342 222.880.658 211.003.906
Valore aggiunto caratteristico lordo 1.516.586.129 1.458.271.873 1.256.594.986
 - Ricavi accessori 391.985.314 107.370.164 91.961.322
 - Costi accessori 326.332.709 83.607.472 86.900.793
12. Saldo gestione accessoria 65.652.605 23.762.692 5.060.529
Valore aggiunto globale lordo 1.582.238.734 1.482.034.565 1.261.655.515
Ammortamento immobilizzazioni immateriali 50.822.429 45.118.232 54.832.235
Ammortamento immobilizzazioni materiali 345.381.259 315.602.303 257.711.993
Valore aggiunto globale netto 1.186.035.046 1.121.314.030 949.111.287
Valore aggiunto delle attività operative cessate e destinate alla vendita 112.703.809 146.847.712 416.976.119
Valore aggiunto globale netto totale 1.298.738.855 1.268.161.742 1.366.087.406
Personale non dipendente 1.957.413 1.621.627 2.063.354
Personale dipendente: remunerazioni dirette 217.416.887 214.860.807 182.908.901
Personale dipendente: remunerazioni indirette 63.742.596 64.879.119 64.796.883
A - Remunerazione del personale 283.116.896 281.361.553 249.769.138
Imposte dirette 387.281.919 246.825.990 177.969.448
Imposte indirette 6.133.331 6.620.414 5.579.516
B - Remunerazione della Pubblica Amministrazione 393.415.250 253.446.404 183.548.964
Oneri per capitali a breve termine 45.248 185.869 14.975
Oneri su mutui bancari 92.634.544 80.378.970 89.763.459
Oneri su prestiti obbligazionari 89.522.207 40.810.758 57.855.170
C - Remunerazione del capitale di credito 182.201.999 121.375.597 147.633.604
Dividendi(2) 422.098.320 421.650.343 380.523.323
D - Remunerazione del capitale di rischio 422.098.320 421.650.343 380.523.323
Accantonamenti a riserva 17.906.390 190.327.845 404.612.377
E - Remunerazione dell'azienda 17.906.390 190.327.845 404.612.377
Valore aggiunto globale netto totale 1.298.738.855 1.268.161.742 1.366.087.406
(1) Gli importi relativi alla creazione e distribuzione del Valore Aggiunto sono stati tratti dal Bilancio consolidato, redatto secondo i principi contabili internazionali IFRS/IAS. In particolare, il Gruppo Terna adotta i principi contabili internazionali IFRS/IAS dall’esercizio 2005. Si specifica che il “Valore Aggiunto Globale Netto” fa riferimento al valore aggiunto generato dalle Attività continuative. Si fa presente inoltre che alcuni saldi comparativi economici degli esercizi 2010 e 2009 sono stati rettificati per tenere conto del cambiamento del modello di contabilizzazione dell’imposta sugli avviamenti adottato dal Gruppo Terna. In particolare con tale restatement sono state rettificate le imposte correnti (imposte dirette) negli esercizi 2010 e 2009 (rispettivamente per +1,6 milioni di euro e per -14,2 milioni di euro) con conseguente variazione dei relativi accantonamenti a riserva nei rispettivi esercizi. Si ricorda che, con riferimento ai saldi del 2009, l’applicazione dal 1° gennaio 2010 dell’interpretazione IFRIC 12 - Accordi per servizi in concessione, ha comportato la riclassifica dei saldi economici inerenti l’attività di investimento del dispacciamento come costi e ricavi di costruzione, senza alcun effetto sul risultato di Gruppo e sul valore aggiunto globale netto rispettivamente. (2) I dividendi 2011 si riferiscono all’acconto distribuito a novembre 2011 (160,8 milioni di euro) e al saldo proposto dal CdA del 20 marzo 2012 (261,3 milioni di euro).