Compliance con le norme

EN28Nel triennio 2009-2011 non si sono registrate sanzioni amministrative o giudiziarie passate in giudicato, pecuniarie o non pecuniarie, per non conformità a leggi o regolamenti in materia ambientale. Nella sezione “Tavole degli indicatori” e nel EN30paragrafo “Controversie e contenzioso” sono riportati ulteriori dati sul contenzioso in campo ambientale.

EN23Nel 2011, come nel 2009, non si sono registrati sversamenti significativi di liquidi inquinanti. Nel 2010 l’incendio di un trasformatore a Calenzano (Firenze) ha causato uno sversamento di olio nel terreno circostante. A seguito di tale evento sono stati asportati e trattati 400 metri cubi di terreno (per una superficie pari a 450 metri quadri) per evitare possibili danni ambientali.

Per prevenire il rischio di possibili sversamenti nel 2011 si è concluso il censimento delle tipologie di vasche di raccolta oli installate negli impianti di Terna.

Nel 2011 si è concluso il censimento delle tipologie di vasche di raccolta oli installate nelle stazione elettriche di Terna ed è stata avviata la definizione di un’Istruzione Operativa per ottimizzare le modalità di monitoraggio e gestione ambientale delle stesse.

Nel biennio 2010-11, Terna ha concluso, avvalendosi del supporto di organismi esterni accreditati, la rilevazione del rumore prodotto dai propri impianti di trasformazione. Le criticità emerse sono state affrontate e sono in fase di risoluzione attraverso interventi (ad es. sostituzione di apparecchiature vetuste, predisposizione di barriere anti rumore) finalizzati a riportare il livello del rumore nei limiti consentiti dalla legge e dai regolamenti comunali.

Infine, nel 2011 Terna ha avviato con ANIE (Federazione Nazionale Imprese Elettriche), un gruppo di lavoro tecnico sulle tematiche ambientali legate nello specifico alle attività di costruzione, manutenzione e demolizione degli elettrodotti; il gruppo di lavoro nasce dall’esigenza di comparare e condividere le esperienze, le problematiche e le relative proposte per una corretta gestione della sicurezza ambientale nei cantieri. Il confronto riguarda in particolare la gestione dei rifiuti e l’analisi della normativa di riferimento per consentire la standardizzazione delle prassi e la gestione delle attività nei cantieri.