Altre attività

in

In una prospettiva di complemento delle attività svolte in concessione, Terna porta avanti lo sviluppo di attività non tradizionali, cioè non regolamentate oppure soggette a regolazione dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ma diverse dall’attività in concessione.

Nel 2011 queste attività hanno riguardato:

  • la prosecuzione del progetto fotovoltaico, con una seconda tranche di impianti realizzati dalla controllata Nuova Rete Solare S.r.l., ceduta successivamente al fondo Terra Firma il 24 ottobre 2011;
  • l’avvio di progetti di investimento nel campo dei sistemi di accumulo;
  • lo sviluppo di attività all’estero nell’area dei Balcani e del Mediterraneo-Nord Africa.

 

Il secondo progetto fotovoltaico di TernaEU1
EU2 

L’attività di Terna nel campo fotovoltaico è consistita nella valorizzazione di terreni adiacenti alle stazioni elettriche,attraverso la realizzazione di impianti di generazione fotovoltaica di piccola taglia.

Dal 2010, anno di avvio del primo progetto fotovoltaico, Terna ha installato più di 220 MWp di pannelli.

La prima tranche di impianti (circa 145 MWp) è stata realizzata tra il 2010 e i primi mesi del 2011 e venduta attraverso la cessione di Rete Rinnovabile S.r.l., perfezionata a marzo 2011. La seconda tranche di impianti è stata realizzata da Nuova Rete Solare S.r.l. – società controllata interamente attraverso la subholding SunTergrid.

L’accordo di cessione di Nuova Rete Solare S.r.l. a Terra Firma, il fondo di private equity che aveva già acquisito da Terna Rete Rinnovabile S.r.l., è stato definito a luglio 2011 con closing a fine ottobre.

Al closing, Nuova Rete Solare aveva un portafoglio fotovoltaico con una capacità complessiva di circa 78,5 MWp realizzato e connesso, ma non ancora in produzione.

Il corrispettivo concordato (c.d. Enterprise Value) dell’operazione è stato pari a 264 milioni di euro. La cessione della partecipazione ha generato proventi lordi complessivi di circa 69 milioni di euro, destinati in parte a integrare il dividendo 2011.

L’accordo prevede che Terna fornisca a Nuova Rete Solare servizi di manutenzione e sorveglianza e monitoraggio degli impianti secondo contratti definiti nell’ambito dell’operazione di cessione di carattere pluriennale.

Una volta a regime, la produzione fotovoltaica di questa seconda realizzazione consentirà un risparmio di circa 74.000 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno che, sommate al risparmio di emissioni determinato dal primo progetto, porterà a un totale di 209.000 le tonnellate di emissioni di CO2 in meno all’anno, corrispondenti a quelle prodotte da 78.000 veicoli.