Perimetro e indicatori

I dati e le informazioni del Rapporto di sostenibilità 2011 si riferiscono, salvo diverse indicazioni, al perimetro che comprende Terna S.p.A. e le società che sono state consolidate nel Bilancio consolidato al 31 dicembre 2011. Nel rispetto del GRI Boundary Protocol, i dati riportati nel Rapporto di sostenibilità coprono tutte le società con un impatto significativo sulla sostenibilità (ad es. per dimensione ovvero numero di dipendenti gestiti, per potenziale impatto sull’ambiente e la collettività ovvero numero di operazioni/attività avvenute durante l’anno), su cui Terna esercita un controllo, direttamente o indirettamente, ovvero ha il potere di determinare le politiche finanziarie e operative. Non esistono rapporti con joint venture, controllate e attività in leasing che possano influenzare significativamente il perimetro o la comparabilità dei dati.

I dati sono stati calcolati in modo puntuale sulla base delle risultanze della contabilità generale e degli altri sistemi informativi di Terna; in caso di stime nella determinazione degli indicatori, è stata indicata la modalità seguita.

Tutti gli indicatori GRI pubblicati sono elencati di seguito nell’Indice dei contenuti GRI, che dà conto anche delle eventuali limitazioni rispetto ai requisiti delle Reporting Guidelines. L’elenco comprende anche gli indicatori core, necessari per l’applicazione delle Guidelines a livello A, che risultano non applicabili a Terna.

Si segnalano, rispetto al Rapporto 2010:

  • la modifica dei dati 2009 e 2010 negli indicatori EN 4, EN 16 e LA 7. Tale modifica dipende dai seguenti motivi:
    • per il consumo energetico delle stazioni e le corrispondenti emissioni indirette di CO2, i valori puntuali rilevati per la prima volta nel 2011 hanno evidenziato una sovrastima dei consumi per gli anni precedenti che pertanto, coerentemente con le nuove misure, sono stati rivisti al ribasso;
    • per le emissioni di CO2 è stato scelto di fare riferimento ai fattori di emissione presenti nel Fourth Assessment Report dell’IPCC (Intergovernmental Panel Climate Change). Conseguentemente risultano modificate le tonnellate di CO2 relative al gas isolante SF6 e al gas refrigerante R22 rispetto alle precedenti pubblicazioni;
    • per il tasso di frequenza degli infortuni e per il tasso di assenteismo, nel 2011 sono stati rivisti i criteri di elaborazione e le voci che determinano il totale delle ore lavorate. Per garantire la coerenza e la confrontabilità dei dati sono stati aggiornati e rivisti anche per gli anni precedenti i valori delle ore lavorate utilizzate nella determinazione dei tassi;
  • la modifica del prospetto del valore aggiunto, con riferimento ad alcuni saldi comparativi economici degli esercizi 2010 e 2009, per tenere conto del cambiamento del modello di contabilizzazione dell’imposta sugli avviamenti adottato dal Gruppo Terna.